banner
Spedizioni e consegna
Menu Close
Cerca
banner
Selezione del miglior caffè
banner
Codice sconto Instagram

Riqualificazione Energetica

Cosa si intende per riqualificazione energetica?

Per Riqualificazione Energetica degli edifici si intende una serie di interventi, eseguiti sul rivestimento dell'edificio e sulla componente impiantistica, volti a ridurre il fabbisogno energetico e aumentare il livello di efficienza energetica dello stesso.
Per questo tipo di lavori viene riconosciuta una  detrazione dall’Irpef o dall’Ires, che riguarda i seguenti casi:
    •     La riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
    •    Il miglioramento termico dell’edificio (pavimenti, finestre, coibentazioni);
    •    L’installazione di pannelli solari;
    •    La sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.


Inoltre, la detrazione spetta per:
    •    L’acquisto e la posa in opera di schermature solari;
    •     L’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili;
    •    L’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda o climatizzazione delle unità abitative;
    •    L’acquisto di generatori d’aria calda a condensazione e la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con apparecchi ibridi costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione;
    •    L’acquisto e la posa in opera di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti.


Per la maggior parte degli interventi, la detrazione è pari al 65%, per altri invece spetta il 50%. La detrazione e la possibilità di cessione/sconto sono state prorogate al 31 dicembre 2024 (articolo 1 comma 37 lettera b della Legge di Bilancio 2022).

Quali sono gli interventi di riqualificazione energetica?

Gli interventi di Riqualificazione Energetica appartengono a due diverse categorie:
    •     Interventi sulla componente edilizia
    •    Interventi sulla componente impiantistica


Prima di mettere in atto qualunque tipo di intervento di riqualificazione energetica dell'edificio è importante capire quali sono i punti di maggiore scambio termico tra l’ambiente interno e quello esterno: di solito sono gli infissi a comportare una notevole dispersione di calore in inverno e di aria fresca in estate.

In ogni caso, gli interventi più comuni riguardano:
    •    L’installazione di infissi termici;
    •    Il cappotto termico;
    •    Sostituzione della vecchia caldaia con un modello a condensazione;
    •    Installazione di sistemi di produzione energetica autonomi, come l'impianto fotovoltaico;

    •    Impianto di riscaldamento a pavimento, possibilmente abbinato alla caldaia a condensazione;
    •    Pompa di calore.

Gli  interventi di riqualificazione energetica, specialmente se questa permette di arrivare ad una classe molto elevata, tra cui A e B, offrono l'opportunità anche di aumentare il valore del proprio immobile, sia nel caso in cui si decida di vendere sia nel caso in cui lo si vuole concedere in locazione. Proprio per questo sono sempre più numerose le famiglie che decidono di intervenire sugli immobili.

A chi è rivolta la riqualificazione energetica?

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d'impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l'immobile oggetto di intervento. In particolare, sono ammessi all'agevolazione le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni.

Come richiedere la detrazione?

Per richiedere l’agevolazione è necessario essere in possesso dei seguenti documenti:
    •     Asseverazione di un tecnico abilitato o dichiarazione resa dal direttore dei lavori, che consente di dimostrare che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti;
    •    Attestato di prestazione energetica (APE), finalizzato ad acquisire i dati relativi all’efficienza energetica dell’edificio. L’APE non è richiesto per i seguenti interventi
:
    ◦    per la sostituzione di finestre comprensive di infissi in singole unità immobiliari e l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda;
    ◦    per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione
    ◦    acquisto e posa in opera delle schermature solari;
    ◦    acquisto e installazione di dispositivi multimediali;
    ◦    installazione di impianti di climatizzazione dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, se le detrazioni sono richieste per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale (comma 347 della legge 296/2006).
    •     Scheda informativa relativa agli interventi realizzati.

Occorre, inoltre, effettuare il pagamento con bonifico bancario o postale (a meno che l’intervento non sia realizzato nell’ambito dell’attività d’impresa). Nel modello di versamento con bonifico bancario o postale vanno indicati la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è stato eseguito il bonifico.
Entro 90 giorni dal termine dei lavori bisogna trasmettere all’Enea, con modalità telematica, la scheda informativa degli interventi realizzati e le informazioni contenute nell’attestato di prestazione energetica (APE).
Per gli interventi condominiali che consentono le maggiori detrazioni la sussistenza delle condizioni deve essere asseverata da professionisti abilitati, attraverso l’attestazione della prestazione energetica degli edifici prevista dal decreto del Ministro dello sviluppo economico 26 giugno 2015.

FAQ RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

    •    QUALI SPESE RIENTRANO NELLA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA? 
La riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, il miglioramento termico dell'edificio, l'installazione di pannelli solari e la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

    •    QUANTO COSTA UN PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA?
Per gli interventi combinati si prevede una spesa media di: 120-150 euro/mq per la coibentazione di strutture opache perimetrali e pavimenti, 230-250 euro/mq per la coibentazione delle coperture, 180-200 euro/kWt per le caldaie a condensazione.

    •    COSA BISOGNA SCRIVERE SUL BONIFICO PER DETRAZIONE 50? 
Nella causale del bonifico effettuato per pagare interventi rientranti nella Detrazione 50% va indicato il corretto riferimento normativo, ossia l'articolo 16-bis del d.P.R. 917/1986 o la legge n. 449/1997 (per la detrazione 36%).

Per saperne di più visita il sito dell'Agenzia delle Entrate