banner
Consegna Gratuita
Menu Close
Cerca
banner
Come scegliere un condizionatore
banner
Finanziamento Findomestic
Torna all'inizio

Come scegliere un condizionatore: ecco la nostra guida all'acquisto

Come scegliere un condizionatore: ecco la nostra guida all'acquisto

I condizionatori sono stati la svolta tecnologica dell'ultimo secolo. Hanno stravolto il nostro rapporto con il caldo torrido estivo, dandoci la possibilità di creare delle vere e proprie oasi di fresco e prive umidità, ma ora che devi comprarlo non sai come scegliere un condizionatore piuttosto che un altro? Per aiutarti in questo ci siamo noi e dopo aver letto la nostra guida all'acquisto del climatizzatore perfetto non avrai dubbi e potrai procedere con il tuo ordine su Stay On.

Scegliere un condizionatore fisso o un condizionatore portatile?

Il punto di partenza su cui basarsi per come scegliere il condizionatore è renderti conto se ciò di cui hai bisogno sia un condizionatore fisso o un condizionatore portatile.

Condizionatore portatile

Partiamo dal secondo, il condizionatore portatile, dicendo innanzitutto che nell'era della rivoluzione green e con tutta l'attenzione che si sta ponendo sul risparmio energetico e l'impatto ambientale, questa è la scelta meno in voga al momento. I climatizzatori portatili, figli del pinguino Delonghi, sono si comodi perché possono essere spostati da un locale all'altro, anche se molto pesanti, ma di sicuro il risparmio energetico non è una loro prerogativa.

condizionatore portatile Infatti questa tipologia di condizionatore non ha la così detta macchina esterna, quel motore che viene installato esternamente all'edificio nei condizionatori fissi, e l'aria calda viene espulsa all'esterno da un tubo che deve essere posizionato o su una finestra semi aperta oppure con un apposito buco nel vetro. Tutto ciò si traduce in dispersione di raffreddamento e maggiori consumi. Se vuoi acquistare un condizionatore portatile sappi che la tua bolletta ne risentirà parecchio!!

Condizionatore fisso

Il condizionatore fisso è il no plus ultra del raffreddamento domestico. È superiore al climatizzatore portatile sia per risparmio energetico che per potenza di raffreddamento, ed è molto più silenzioso, quasi non si sente, grazie alla macchina esterna che viene posizionata, appunto, all'esterno dell'edificio. A differenza del primo non abbiamo tubi in mezzo, finestre aperte o da forare per far fuoriuscire l'aria calda che nel contempo viene dispersa, ma basterà una semplice installazione con delle canaline poco invasive per attivare il tuo sistema di aria condizionata.

Questi sono i dure tipi di condizionatore maggiormente utilizzati e scelti dai nostri utenti e capire quale sia il più adatto a te è il primo step verso l'acquisto del tuo climatizzatore. Ora cerchiamo di approfondire e di capire cos'è la potenza del climatizzatore, cos'è la BTU e come si calcola.

BTU Condizionatori: cosa sono e come calcolarle

La BTU, British Thermal Unit, è un'unità di misura dell'energia e solitamente vengono utilizzate nella definizione del potere calorifero dei combustibili come anche del potere refrigerante dei condizionatori per ambienti.

Più precisamente la potenza dei climatizzatori e degli impianti climatizzazione si misura in BTU/h, ossia la quantità di BTU che l'impianto riesce a generare in un'ora di tempo.

Calcolo BTU condizionatori per metro quadro

Una volta capito cosa si intende per BTU non ti resta che capire quante te ne possano servire in base all'ambiente che vuoi climatizzare. Il rapporto consigliabile e per dirla in maniera molto semplificata è che per ogni metro quadrato della stanza in cui andrai ad installare il tuo split dovresti considerare 340 BTU. Questo si traduce nella formula BTU necessari = 340 x Mt. quadri stanza. Ovviamente questa è una versione molto semplificata del calcolo della potenza ottimale di un impianto di climatizzazione, un progettista valuterebbe anche altri fattori esterni, ma per chi deve acquistare in autonomia un condizionatore fisso per la propria abitazione questa è più che sufficiente.

Condizionatore mono split o condizionatore dual split

Infine, per decidere come scegliere un climatizzatore, ti rimane da decidere solamente di quanti split o unità interne ha bisogno la tua casa. Se ad uno, quindi un impianto formato da una o più macchine esterne, che però sono collegate singolarmente a un solo split interno, oppure se optare per una macchina esterna collegata a due split interni. La differenza principale tra le due opzioni è legata al fatto che nei condizionatori dual split le unità interne vanno di pari passo: se un'unità è impostata su un programma anche l'altro deve essere impostata allo stesso modo. Inoltre la potenza della macchina spesso non è progettata per sostenere la somma di BTU delle due unità interne e quindi contemporaneamente i due condizionatori non potranno andare a massima potenza e si depotenzieranno automaticamente.

Siamo giunti alla conclusione della nostra guida su come scegliere un condizionatore, speriamo tu possa aver chiarito ogni dubbio sul climatizzatore da scegliere per la tua abitazione, in caso contrario puoi trovare altre importanti informazioni sulle nostre schede prodotto.

Ora non ti resta che navigare tra le tantissime marche presenti su Stay On tra le quali troverai condizionatori Mitsubishi, condizionatori Daikini o condizionatori Comfee ai migliori prezzi del mercato e con disponibilità immediata.

Tutti i condizionatori presenti su Stay On sono nuovi, con imballaggio originale del produttore e coperti da 2 anni di garanzia. Ricordati che per godere della garanzia dovrai scegliere un'installatore certificato FGAS che puoi trovare al seguente link installatori certificati FGAS.

Commenti
Lascia un commento Chiudi